Fitch boccia Draghi: nuove mosse non alimenteranno prestiti

14 Marzo 2016, di Alberto Battaglia

Un bazooka che spara all’indietro? Le mosse di Mario Draghi nella direzione di un ulteriore allentamento della politica monetaria della bce hanno un’efficacia fortemente dibattuta: nel numero degli scettici si è aggiunta anche l’agenzia di rating Fitch, che ha analizzato in particolare il capitolo dedicato alle Tltro.

Tassi d’interesse molto bassi stanno già rendendo più difficile per le banche il sostegno della redditività, che rimane molto al di sotto dei livelli pre-crisi. Molti sono riluttanti nel considerarlo, ma più lungo è il periodo di tassi negativi, tanto più gli utili andranno sotto pressione.

Fitch, poi lo scrive senza mezzi termini:

Non crediamo che le mosse di giovedì scorso avranno grandi effetti addizionali sui profitti delle banche o sulla loro propensione a prestare.