Fipe-Confcommercio: per la ristorazione prevista perdita da 33 miliardi a fine 2020

26 Novembre 2020, di Alberto Battaglia

Il Centro Studi di Fipe-Confcommercio ha previsto una perdita da 33 miliardi di euro, per il 2020, ai danni delle imprese della ristorazione colpite dalle misure anti-contagio nella prima e nella seconda ondata.

“I dati diffusi oggi dall’Istat sul fatturato delle imprese della ristorazione nel terzo trimestre (luglio, agosto e settembre) del 2020 mostrano un calo del 16,6% sul periodo corrispondente del 2019, pari in valore assoluto a circa 4,6 miliardi di euro. Una contrazione più attenuata rispetto a quella del II trimestre per via della parziale ripresa dell’attiva nei mesi estivi. Con riferimento ai primi nove mesi dell’anno, il settore della ristorazione ha cumulato perdite per oltre 23 miliardi di euro rispetto allo stesso periodo del 2019. Se consideriamo poi che l’attività nel quarto trimestre risulterà pesantemente condizionata dalle ulteriori restrizioni introdotte con gli ultimi Dpcm la perdita attesa dei ricavi complessivi del 2020 supererà i 33 miliardi di euro”.