Fassino: con NO a referendum Italia rischia il baratro, non il PD

22 Agosto 2016, di Laura Naka Antonelli

L’ex sindaco di Torino Piero Fassino (Pd), ex sindaco di Torino non usa mezzi termini e illustra uno scenario niente affatto rassicurante da una possibile vittoria del “No” al  referendum costituzionale.

“Ogni dirigente del partito, tanto quelli schierati per il sì che quelli per il no, sia consapevole che il Pd non può fallire perché è l’Italia che rischia il baratro. Nel quadro di fragilità europeo, da ogni cancelleria si guarda con attenzione e anche trepidazione al referendum italiano. Perché se invece di rafforzarsi, il percorso di riforme fosse bloccato, indebolirebbe ulteriormente il quadro politico europeo non solo italiano”. Tra l’altro, Fassino fa notare come Renzi, parlando di elezioni nel 2018, ormai ha “definitivamente archiviato la personalizzazione del voto“.