Facebook, Ue e Regno Unito aprono indagine su violazione della concorrenza

4 Giugno 2021, di Alberto Battaglia

Le autorità britanniche e comunitarie hanno aperto un’indagine su una possibile violazione del diritto della concorrenza da parte di Facebook, sospettata di aver acquisito dati pubblicitari dalle imprese che pubblicano annunci sponsorizzati sulla piattaforma, traendone un indebito vantaggio competitivo.

“Esamineremo in dettaglio se questi dati diano a Facebook un vantaggio competitivo indebito, in particolare nel settore degli annunci online, dove le persone acquistano e vendono beni ogni giorno e dove Facebook compete anche con le aziende da cui raccoglie dati”, ha dichiarato la Commissaria alla concorrenza Ue, Margrethe Vestager, “nell’economia digitale di oggi, i dati non dovrebbero essere utilizzati in modi che distorcono la concorrenza”.