Facebook, restrizioni immediate sulle dirette se si violano le regole

15 Maggio 2019, di Alberto Battaglia

Facebook, dopo le polemiche seguite alla strage in Nuova Zelanda, ha rivisto la propria policy sulle dirette sospendendo preventivamente tale funzionalità anche per gli utenti che mai le hanno utilizzate, se hanno in precedenza violato le regole tramite i normali post. Chi farà un uso improprio dei live, anche solo una volta, potrà incorrere nelle restrizioni.

“D’ora in poi, chiunque violi le nostre politiche “più serie” si vedrà sospeso il servizio Live per determinati periodi di tempo, ad esempio 30 giorni, a partire dalla prima infrazione. Ad esempio, chi condivide un collegamento con una dichiarazione di un gruppo terroristico, senza contesto verrà immediatamente bloccato dall’uso di Live per un determinato periodo di tempo”, ha scritto Facebook in una nota ufficiale.