Eurozona: secondo trimestre in calo per debito/Pil, giù all’83,6%

23 Ottobre 2018, di Mariangela Tessa

Secondo trimestre in calo per il rapporto debito pubblico/Pil nell’area dell’euro, che si è attestato all’86,3%, rispetto all’86,9% alla fine del primo trimestre.

Lo rende noto Eurostat, precisando che nell’Ue a 28, il rapporto è sceso da 81,5% all’81 per cento. Rispetto al secondo trimestre del 2017, il rapporto tra debito pubblico e Pil ha segnato un calo sia nell’area dell’euro (dall’89,2% all’86,3%) sia nell’Ue (dall’83,4% all’81,0%).

I rapporti più elevati tra debito pubblico e Pil alla fine del secondo trimestre, rileva Eurostat, sono stati registrati in Grecia (179,7%), Italia (133,1%) e Portogallo (124,9%), e il più basso in Estonia (8,3%), Lussemburgo ( 22,0%) e Bulgaria (23,8%).

Secondo trimestre del 2018 in flessione anche per il rapporto deficit/Pil della zona euro, dato destagionalizzato, che è calato allo 0,1% dallo 0,2% nel primo trimestre dell’anno, ai minimi dall’inizio delle serie storiche comparabili (2002). Nell’Ue il rapporto ha segnato un ridimensionamento allo 0,3% dallo 0,5% del trimestre precedente e anche in questo caso ai minimi.