Eurozona: accelera costo del lavoro nel secondo trimestre

15 Settembre 2020, di Mariangela Tessa

Aumenta nel secondo trimestre il costo del lavoro nella Zona Euro. Tra aprile e giugno, l’indicatore è salito del +4,2% trimestrale in accelerazione rispetto al +3,9% del primo trimestre 2020.

Lo comunica l’Eurostat, sottolineando che nell’intera Unione Europea la crescita è stata del +4,1% dopo il +3,7% del trimestre precedente.

Nell’Eurozona, il tasso di crescita annuale dei salari si attesta al 5,2%, dal +3,9% del trimestre precedente, mentre nell’Europa dei 28 il rimbalzo è stato del 5,3% a fronte del +4,1% dei tre mesi precedenti.

Sempre nel secondo trimestre il tasso di posti vacanti nell’area euro e nella Ue è calato all’1,6% rispetto a 1,9% nel primo e al 2,3% un anno prima. In Italia è passato da 0,7% a 0,9%.