Eni si riorganizza per accelerare nella transizione energetica

5 Giugno 2020, di Mariangela Tessa

Una nuova organizzazione per essere leader nella transizione energetica. È quella messa a punto dal Cda del gruppo che ha approvato la nuova struttura. La società sarà articolata in due direzioni generali, Natural Resources “per la valorizzazione sostenibile del portafoglio upstream oil&gas” ed Energy Evolution “per l’evoluzione dei business di generazione, trasformazione e vendita di prodotti da fossili a bio, blue e green”.

Viene costituita poi la nuova unità Technology, R&D, Digital a dimostrazione della “grande rilevanza strategica che Ricerca e Sviluppo e innovazione tecnologica rivestono per Eni come leva imprescindibile per creare valore e crescere”.

Il nuovo assetto, spiega la società, è un

“passo fondamentale nell’implementazione della Strategia annunciata lo scorso febbraio che traccia l’evoluzione dei business della società nei prossimi 30 anni. Elemento distintivo, e fino a questo momento unico, di questa strategia è la coniugazione degli obiettivi di sviluppo, di solidità economico finanziaria e di sostenibilità ambientale che porterà a una significativa riduzione delle emissioni carboniche”