Enel: primi nove mesi solidi grazie a reti e rinnovabili

7 Novembre 2018, di Mariangela Tessa

Enel chiude i primi nove mesi in decisa crescita, trainati dall’andamento delle rinnovabili ma anche dal consolidamento delle attività di nuove acquisizioni.

Nel dettaglio dei conti, il gruppo ha visto un aumento dei ricavi del 2% a 55,2 miliardi di euro e un risultato netto in crescita del 15,1% a 3,01 miliardi. L’utile netto ordinario, è in salita dell’11,8% a 2,8 miliardi.

Il cda ha deliberato un acconto sul dividendo 2018 pari a 0,14 euro per azione, in crescita del 33% rispetto all’acconto distribuito a gennaio di quest’anno.

“La performance del periodo – si legge in una nota – è stata trainata dalle rinnovabili, che si confermano motore di crescita del gruppo, così come dagli investimenti nelle reti e dal miglioramento dei margini di retail. Per la restante parte dell’anno, in linea con i target di piano, sono previsti: il completamento degli investimenti del 2018 in digitalizzazione, prevalentemente legati all’installazione degli smart meter in Italia e in Iberia; benefici legati alla strategia di focalizzazione sul cliente, anche supportata dall’attività di enel x; l’accelerazione della crescita industriale tramite gli investimenti effettuati nelle rinnovabili e nelle reti”.