Def, piano privatizzazioni: per Ufficio bilancio è ambizioso

19 Aprile 2016, di Mariangela Tessa

NEW YORK (WSI) – Il programma di privatizzazioni del Governo definito nel Def 2016 e’ “ambizioso” e, quindi, mette in dubbio il raggiungimento dell’obiettivo di discesa del debito. E’ quanto ha messo in evidenza dall’Upb, l’Ufficio parlamentare di bilancio, durante l’audizione sul Def davanti alle commissioni Bilancio di Camera e Senato, secondo cui:

“Il profilo quantitativo degli introiti previsti dalle privatizzazioni risulta molto ambizioso e non vi sono al momento informazioni sufficienti per valutare se il programma di privatizzazioni del Governo, e quindi la dinamica di discesa del debito, sia credibile. Questo pone un elemento di rischio nel quadro di programmazione. 

Nel Def 2016, viene ribadito il profilo degli introiti programmati per il triennio 2016-18, pari a 0,5 punti percentuali di Pil, a cui si aggiungono 0,3 punti percentuali nel 2019. Per il 2016, i documenti programmatici di quest`anno ribadiscono la quotazione di Enav, mentre collocano l`alienazione di una quota della società Ferrovie dello Stato nei programmi di medio periodo del Governo, indicando – osserva l’Upb – che verranno effettuate operazioni alternative di dismissione nell`anno in corso, senza precisare, tuttavia, quali. Nessuna informazione viene fornita nei documenti governativi sulle operazioni per il triennio 2017-19″.