Dollaro forte spinge in basso gli utili di Tiffany 

18 Marzo 2016, di Mariangela Tessa

NEW YORK (WSI) – Il dollaro forte spinge in basso i conti di Tiffany. Nel quarto trimestre fiscale, il gioielliere americano ha visto calare vendite e profitti, complice il dollaro forte e la volatilita’ dei mercati azionari.

Motivo secondo il quale, come ha spiegato l’amministratore delegato Frederic Cumenal, nei prossimi mesi i consumatori limiteranno le spese. Ecco perche’ il colosso della gioielleria di lusso prevede per i tre mesi in corso un ribasso dell’utile adjusted tra il 15 e il 20% e tra il 5 e il 10% nel secondo trimestre. Gli analisti attendevano un ribasso del 6% per entrambi i periodi.

Per l’intero anno fiscale Tiffany attende profitti per azione piatti o in rialzo attorno al 5%, meno dell’1% stimato dal consensus. Nel quarto trimestre, Tiffany ha messo a segno profitti per 163,2 milioni di dollari, 1,28 dollari per azione, in calo dai 196,2 milioni, 1,51 dollari per azioe, dell’anno precedente.