Dijsselbloem: i problemi delle banche italiane “non sono acuti”

11 Luglio 2016, di Alberto Battaglia

Dopo l’affondo dell’Economist sull’urgenza di una soluzione per i bilanci delle banche italiane, gravati da un elevato stock di crediti deteriorati, il presidente dell’Eurogruppo, Jeroen Dijsselbloem, è intervenuto per smorzare i toni: quella dei Npl “non è una crisi acuta”, ha detto, “e abbiamo ancora un po’ di tempo” per affrontarla.

“Penso che stiano parlando costruttivamente con la Commissione europea. C’è la questione dei crediti deteriorati, ma non è nuova e andrà affrontata gradualmente. Non esiste una soluzione drastica [“big solution”] e non è una crisi acuta, quindi abbiamo ancora un po’ di tempo mentre l’Italia parla con l’Ue”, ha dichiarato il ministro olandese.