Def: gap tra imposte dovute e versate a 109 miliardi. IVA la più evasa

17 Ottobre 2016, di Alessandra Caparello

ROMA (WSI) – Si attesta attorno ai 108,7 miliardi di euro il gap tra le imposte pagate e quelle che dovrebbero essere pagate in Italia, di cui 98,3 miliardi di tributi e 10,4 di contributi. A renderlo noto la ”Relazione sull’economia non osservata e sull’evasione fiscale e contributiva”, allegata al Def e depositata in Parlamento.

Dal 2010 al 2014, la ”propensione al gap” è altissima per l’Irpef del lavoro autonomo e d’impresa, arrivando a toccare il 59,5%.

L’Iva risulta l’imposta più evasa.

Ammontano complessivamente a 12,4 miliardi per le principali imposte (Irpef, Ires, Iva e Irap), gli errori fatti ma anche le tasse dichiarate ma poi non versate. La stima non tiene conto delle altre imposte (come l’Imu) e i contributi.

Proprio l’Imu rimane tra le imposte meno amate dagli italiani e nel 2014 registra una ”propensione al gap” del 27,2%: in pratica oltre un quarto dei proprietari non la paga come dovuto.