Dazi, per gli Usa prossima mossa si decide entro il 15 dicembre

6 Dicembre 2019, di Alberto Battaglia

Il consigliere economico della Casa Bianca Larry Kudlow ha confermato che il raggiungimento di un eventuale accordo di Fase 1 con la Cina, in grado di bloccare i nuovi dazi già messi in calendario, resta in qualche modo vincolato alla scadenza del 15 dicembre. “Non c’è una deadline arbitraria qui… ma resta il fatto che il 15 dicembre è una data molto importante in merito all’entrata in vigore o meno dei  [nuovi] dazi”, ha detto alla Cnbc,  “tutto resta in mano al presidente degli Stati Uniti, ma il 15 dicembre è una data importante”. Kudlow ha aggiunto che i contatti con i negoziatori sono “quasi quotidiani”, “costruttivi” e che “si è vicini” all’accordo.

Entro quella data è prevista l’entrata in azione di nuovi dazi americani su importazioni cinesi il cui controvalore è stimato a 156 miliardi di dollari.