Dazi, Confagricoltura: “Nella lista Ue formaggi italiani, pasta e prosciutti, eccellenze del made in Italy”

2 Luglio 2019, di Alessandra Caparello

Il rischio di dazi aggiuntivi da parte degli Stati Uniti, per un controvalore dei nuovi prodotti che ammonta a 4 miliardi di dollari, pesa sull’Ue e sui prodotti made in Italy. Massimiliano Giansanti, presidente di Confagricoltura avverte la necessità di raggiungere un negoziato.

“Occorre il massimo impegno per evitare una guerra commerciale che sarebbe lesiva anche per l’Italia. Gli USA, infatti, sono il primo mercato extraeuropeo per il comparto agroalimentare e nella lista aggiuntiva sono inclusi alcuni formaggi italiani, la pasta ed i prosciutti. La via da seguire è quella del dialogo bilaterale, bisognerebbe avere un negoziato fra partner importanti preferibile per evitare l’insorgere di tensioni commerciali che penalizzerebbero le imprese e le prospettive di crescita economica”.