Dal Senato arriva ok al ddl contro caporalato, pene fino a otto anni

2 Agosto 2016, di Mariangela Tessa

ROMA (WSI) – Con 190 sì, nessun voto contrario, 32 astenuti, il Senato ha approvato il disegno di legge contro il fenomeno del “caporalato”. Il testo passa ora all’esame della Camera.

Il provvedimento riscrive il reato di intermediazione illecita e sfruttamento del lavoro, prevedendo la responsabilità diretta del datore di lavoro, la semplificazione degli indici di sfruttamento e la possibilità di commissariamento dell’azienda.

Prevista la pena della reclusione da uno a sei anni per l’intermediario e per il datore di lavoro che sfrutti i lavoratori, approfittando del loro stato di bisogno. Se poi i fatti sono commessi mediante violenza e minaccia la pena aumenta da cinque a otto anni ed è previsto l’arresto in flagranza.