CsC: 2020 inizia senza crescita per l’Italia. Rischi dalla Cina

14 Febbraio 2020, di Alessandra Caparello

A inizio 2020 persiste una sostanziale stagnazione dell’economia tricolore, che segue la flessione di fine 2019 (-0,3% stimato nel 4° trimestre).  Così rende noto il Centro Studi di Confindustria nella Congiuntura flash di febbraio 2020.

Possibile ripartenza messa a rischio dall’epidemia del coronavirus si chiede il CsC.

Prima del propagarsi del Covid-19, in base agli andamenti settoriali prevedevamo per il 1° trimestre un recupero della spesa in beni di capitale. Ciò era coerente con gli indicatori disponibili: nelle indagini di ISTAT e Banca d’Italia le imprese esprimevano valutazioni un po’ più favorevoli su ordini e domanda estera a inizio anno. L’epidemia mette a rischio questi sviluppi e, comunque, si tratterebbe solo di un parziale recupero di quanto perso a fine 2019.