Criminalità finanziaria, ex gestore Credit Suisse colpevole

9 Febbraio 2018, di Livia Liberatore

Un ex gestore patrimoniale di Credit Suisse è stato dichiarato colpevole di aver distolto milioni di franchi dai conti dei clienti per coprire le sue crescenti perdite commerciali, in uno dei più grandi casi di criminalità finanziaria nella storia svizzera. Patrice Lescaudron è stato condannato a cinque anni di carcere venerdì con un verdetto pronunciato da un giudice a Ginevra. Nel corso di otto anni l’uomo ha provocato perdite per 143 milioni di franchi svizzeri (152 milioni di dollari) e si è arricchito personalmente di 30 milioni di franchi. Secondo il giudice, le sue motivazioni erano egoistiche, sospinte dal richiamo dei profitti.