Credito di imposta per pagamenti con carte, avallo della C4dip

17 Settembre 2019, di Alberto Battaglia

La proposta lanciata da Confesercenti e Confindustria per incentivare l’uso dei pagamenti elettronici in ottica anti-evasione ha incassato il supporto anche di Consumers For Digital Payments (C4DiP), la coalizione di associazioni di consumatori formata da Movimento Difesa del Cittadino, Asso-consum e U.Di.Con.

“Valutiamo positivamente la proposta di Confesercenti, così come quella di Confindustria, nel proporre un credito di imposta del 2% sugli acquisti per chi usa carte di credito e debito”, ha dichiarato Francesco Luongo, presidente C4DiP.

“La proposta ci piace perché premia i cittadini che scelgono la moneta elettronica, senza aggiungere costi per i consumatori e i commercianti. Da tempo la nostra coalizione è impegnata nel sensibilizzare le Istituzioni e i cittadini all’utilizzo dei pagamenti digitali, strumenti essenziali per garantire la tracciabilità delle transazioni, combattere l’evasione fiscale e garantire ai consumatori la possibilità di acquistare in sicurezza e comodità”, ha affermato Luongo. “Abbiamo letto con piacere la volontà del viceministro all’Economia Laura Castelli di incentivare la maggiore diffusione di POS: esiste una norma che ne impone l’obbligo, mai però realmente attuata in assenza di sanzioni. In questo senso bisogna intervenire a tutela dei cittadini”.