Credit Suisse: conti in rosso nel I trimestre 2016. Ma titolo +5%

10 Maggio 2016, di Alessandra Caparello

ZURIGO (WSI) – Credit Suisse ha chiuso il primo trimestre del 2016 con una perdita pari a 302 milioni di franchi, circa 273 milioni di euro contro 1 miliardo di utile registrato nello stesso periodo dello scorso anno.

A pesare il piano di ristrutturazione avviato dal gruppo bancario svizzero lo scorso anno e che prevede risparmi per 1,4 miliardi solo quest’anno.

La perdita netta di 302 milioni di franchi svizzeri è stata comunque inferiore al passivo di 424 milioni atteso da Reuters.

Credit Suisse ha reso noto inoltre di essere fiduciosa sulla capacità di centrare o eccedere il target dei risparmi sui costi – su base lorda – di 1,7 miliardi di franchi, entro la fine del 2016. Credit Suisse ha affermato anche di aver ravvisato la presenza di segnali preliminari di ripresa dell’attività a marzo e ad aprile. Tuttavia, le deboli condizioni di mercato e i bassi livelli di attività dei clienti potrebbero persistere – ha aggiunto – nel secondo trimestre e forse anche oltre.

Il titolo ha reagito positivamente alla pubblicazione del bilancio, con un rialzo di quasi +5%.