Crac banche: stop all’anticipo del rimborso per i risparmiatori azzerati

6 Febbraio 2020, di Alessandra Caparello

Ancora una volta i risparmiatori truffati dalle banche vengono umiliati dallo Stato. Così il Codacons commenta lo stop delle commissioni riunite Affari costituzionali e Bilancio all’emendamento che avrebbe introdotto la possibilità di un anticipo del 40% dell’indennizzo per azionisti, risparmiatori e obbligazionisti truffati dalle banche in crisi.

“Con tale decisione i tempi dei rimborsi in favore dei risparmiatori coinvolti nei crac delle banche si allungano a dismisura – spiega il presidente Carlo Rienzi – Già oggi chi ha perso i propri risparmi investiti in azioni e obbligazioni ha dovuto attendere anni per veder riconosciuti i propri diritti e per molti di loro, come i risparmiatori della Popolare di Bari, ancora non vi è alcuna certezza circa i ristori”.