Corte dei Conti: “debito troppo alto, freno alla crescita”

26 Giugno 2018, di Mariangela Tessa

Un livello troppo alto di indebitamento zavorra la crescita. “Un eccessivo livello di debito limita la capacità progettuale di medio e lungo periodo con riflessi sui tassi d’interesse e sulla complessiva stabilità finanziaria del Paese: in definitiva sulle sue potenzialità di crescita”.

È qaunto ha detto oggi il presidente della Corte dei conti Angelo Buscema nella Relazione sul rendiconto generale dello Stato, sottolineando che

“dopo la lunga crisi conosciuta dal nostro Paese, la tutela della finanza pubblica si identifica in buona parte con l’esigenza di ricondurre il debito su un sentiero di sicura sostenibilita’ e di recuperare la crescita in termini di Pil”.