Corte dei conti: corruzione ha “effetti devastanti” in Italia

27 Giugno 2017, di Daniele Chicca

La corruzione in Italia ha effetti spesso devastanti sulle risorse pubbliche. Il fenomeno è diffuso, ma le misure di contrasto messe in atto non sono ancora sufficienti. L’allarme viene dal procuratore generale della Corte dei Conti, Claudio Galtieri, nel giudizio sul rendiconto generale dello Stato. La corruzione va affrontata “in una logica sistematica che tenga in adeguata considerazione la diffusività del fenomeno e l’insufficienza delle misure finora apprestate dall’ordinamento”.

Nel mirino del procuratore generale della magistratura contabile finiscono i “meccanismi di controllo” che mostrano spesso “complessità ed incongruenze”. Il sistema, nel complesso, “è scarsamente efficace per assicurare legalità ed efficienza, e per contrastare quei comportamenti illeciti i cui effetti negativi sulle risorse pubbliche sono, spesso, devastanti”.