Corruzione colpisce Pmi innovative: via a rating reputazionale

10 Dicembre 2015, di Alessandra Caparello

ROMA (WSI) – Le piccole e medie imprese maggiormente dinamiche e concorrenziali sono le vittime preferite dalla corruzione. Ad affermarlo Raffaele Cantone, presidente dell’Autorità anticorruzione in uin forum del Sole 24 ore.

“La corruzione colpisce soprattutto le Pmi, le imprese più dinamiche e concorrenziali, quelle che innovano, perchè la corruzione è un sistema anticompetitivo. Ma con il ‘modello Expo’ e con la riforma degli appalti, che dà la possibilità all’Autorità anticorruzione di valutare le imprese per quello che fanno e per la loro storia, con un rating reputazionale, abbiamo l’opportunità di cambiare (…) Bisogna fare quello che si è fatto con la lotta alle mafie. Oggi la capacità della camorra di infiltrare il sistema economico a Napoli è cento volte inferiore rispetto a dieci anni fa”.