Coronavirus, Oms: per la prima volta la maggioranza dei nuovi casi è fuori dalla Cina

26 Febbraio 2020, di Alberto Battaglia

La crescita del contagio da coronavirus sta accelerando soprattutto fuori dai confini della Cina, per la prima volta dall’inizio dell’epidemia: è quanto ha comunicato l’Organizzazione mondiale della sanità riferendosi ai dati registrati ieri, 25 febbraio. I nuovi casi fuori dalla Cina sono stati 2.790 in 37 Paesi (incluse 44 morti). “Gli improvvisi aumenti dei casi in Italia, Iran, e Corea del Sud sono profondamente preoccupanti”, ha detto il direttore generale dell’Oms, Tedros Adhanom Ghebreyesus, precisando che per la prima volta i nuovi contagi fuori dalla Cina hanno superato quelli nella stessa Cina.