Coronavirus, oltre mille le vittime. OMS: “non esclusa accelerazione epidemia fuori dalla Cina”

11 Febbraio 2020, di Mariangela Tessa

Mentre sale a oltre  mille il bilancio delle vittime per il Coronavirus in Cina, è iniziata la sperimentazione sui topi di un primo possibile vaccino. Lo riporta l’agenzia cinese Xinuha citando il portale locale yicai.com che riporta varie fonti del Centro cinese per il controllo e la prevenzione delle malattie (CDC).

Nel frattempo, Tedros Adhanom Ghebreyesus, numero uno dell’Organizzazione Mondiale della Sanità, ha sottolineato che, se all’estero il contagio sembra aver viaggiato a un passo più lento della Cina, non si possa escludere un’accelerazione dell’epidemia.

“Ci sono stati alcuni casi riguardanti la diffusione di 2019nCoV in persone che non hanno mai viaggiato in Cina. L’individuazione di un numero limitato di casi del genere può indicare una trasmissione più diffusa anche in altri Paesi. In breve, potremmo soltanto aver visto la punta dell’iceberg”.

Per il momento l’Unione Europea è ferma a quota 37 (14 casi in Germania, 11 in Francia, 3 in Italia, 4 nel Regno Unito, 1 in Belgio, 1 in Finlandia, 2 in Spagna, 1 in Svezia).