Coronavirus, l’Italia blocca i visti in Cina

7 Febbraio 2020, di Alberto Battaglia

Il divieto durerà fino al 16 febbraio: fino ad allora l’ambasciata italiana in Cina non rilascerà i visti necessari per entrare nel Paese. Lo ha fatto sapere la stessa ambasciata in un messaggio diffuso venerdì, precisando che l’obiettivo è espressamente quello di ridurre i rischi di ulteriori contagi del coronavirus.

Si tratta di un’ulteriore mossa che mette l’Italia al riparo dal contatto diretto con il Paese colpito dall’epidemia: oggi il ministro degli Esteri Luigi Di Maio ha ribadito che i voli fra Italia e Cina rimarranno sospesi per ragioni di sicurezza.