Coronavirus, Confcommercio: il calo dei consumi potrebbe arrivare a -52 miliardi

26 Marzo 2020, di Alberto Battaglia

Confcommercio ha reso note le sue stime sul colpo che la chiusura prolungata delle attività produttive e commerciali potrebbe avere sull’andamento dei consumi: il conto finale potrebbe arrivare a -52 miliardi di euro ha scritto la confederazione. La previsione si fonda sulla “realistica l’ipotesi della riapertura del Paese solo all’inizio di ottobre”, si legge. L’unico comparto che cresce è quello alimentare con un aumento del 4,2% nel 2020 rispetto al 2019 mentre si prevede un crollo soprattutto per i trasporti (-12,7%), alberghi e ristoranti (-21,6%).