Consip, il Senato chiamato a votare le mozioni

20 Giugno 2017, di Alberto Battaglia

Sono in corso di discussione al Senato quattro mozioni inerenti il caso Consip, tre lanciate dall’opposizione, una dalla maggioranza. L’offensiva è volta ad azzerare i vertici della Consip, già dimissionari in seguito al provvedimento del ministero dell’Economia. Riteniamo gravissima la decisione del presidente Grasso di dichiarare improponibile il nostro ordine del giorno, in cui chiedevamo di revocare le deleghe al ministro Lotti, e la mozione di MdP”, ha dichiarato il capogruppo MoVimento 5 Stelle Carlo Martelli.

Se le mozioni dovessero mettere in minoranza il governo, per quanto non vincolanti legalmente, testimonierebbero una debolezza di fondo dell’esecutivo.

Nonostante i vertici siano dimissionari, si legge sul sito del Senato, le mozioni restano oggetto di votazione in quanto “l’amministratore delegato Marroni è ancora al suo posto, il Parlamento è tenuto a dare indirizzi sulle procedure da seguire per le nuove nomine e, più in generale, a discutere dell’intreccio tra affari, politica, cattiva gestione degli appalti pubblici nonché del conflitto paradossale tra il Ministro Padoan, che ha sempre difeso l’amministratore delegato, e il Ministro Lotti, che è accusato dallo stesso Marroni di sviamento di indagine e favoreggiamento”.