Confindustria: su ripresa pesano occupazione bassa e fuga cervelli giovani

20 Luglio 2017, di Daniele Chicca

Secondo gli economisti di Confindustria se la ripresa economica stenta a decollare in Italia è in parte per colpa dei livelli di occupazione troppo bassi e del fenomeno dell’emigrazione all’estero di alcuni dei giovani più brillanti.

Il nostro paese, la terza potenza economica dell’area euro, resta agganciato alla ripresa, secondo l’associazione degli industriali, “ma in posizione di inseguitrice”. Fondamentale per il rilancio delle attività economiche diventerà a questo punto la manovra di questo autunno: il governo “punti al rafforzamento degli investimenti e al lavoro giovanile“, esorta Confindustria.