Confindustria: pandemia chiude male il 2020 e zavorra il 2021

18 Dicembre 2020, di Alessandra Caparello

La pandemia chiude male il 2020 e zavorra il 2021″, avverte il Centro studi di Confindustria nella consueta Congiuntura flash di dicembre.

I servizi sono di nuovo in rosso, mentre finora regge a fatica l’industria, dove il settore automotiveaffronta insieme shock sanitario e salto tecnologico. I consumi tornano in calo, si riduce l’occupazione, il debito eccessivo delle imprese frena gli investimenti, l’export italiano vira al ribasso mentre gli scambi mondiali reggono. L’Eurozona è in recessione, nonostante i tassi favorevoli, mentre incombe il rischio di una Brexit disordinata, il dollaro è sempre più debole e il petrolio più caro.