Confesercenti più pessimista sui consumi di fine anno: in fumo tra gli 8 e 10 miliardi

2 Novembre 2020, di Mariangela Tessa

Confesercenti rivede al ribasso le stime sui consumi delle famiglie italiane nel quarto trimestre per prendere atto della seconda ondata del coronavirus. In base ai nuovi calcoli, verranno bruciati tra gli 8 e i 10 miliardi.

Una settimana fa stimavamo che le nuove restrizioni avrebbero comportato una riduzione dei consumi di 5,8 miliardi di euro. Ciò sotto l’ipotesi che le misure potessero essere rimosse già alla fine della prima settimana di novembre, senza dunque impatti sulle spese natalizie.

La stima però deve ora essere rivista in senso pessimistico, sia alla luce della dinamica dei contagi italiani sia in considerazione dei provvedimenti adottati dagli altri Paesi europei e dall’Italia con l’ultimo DPCM.