Condannato a 5 anni Navalny, il principale leader dell’opposizione in Russia

8 Febbraio 2017, di Alberto Battaglia

Alexei Navalny, il principale leader dell’opposizione in Russia è stato condannato a cinque anni con la condizionale per appropriazione indebita; questa disavventura giudiziaria pone il dubbio sulla sua futura partecipazione alle elezioni per insidiare il presidente Vladimir Putin. Navalny ha negato ogni accusa a suo carico e ha ribadito che correrà per il Cremlino in ogni caso, anche se non è ancora chiaro se questo sarebbe consentito dalla legge nella posizione in cui attualmente si trova.
E’ la seconda condanna a carico del leader dell’opposizione dopo che la prima era stata annullata dalla Corte Europea dei Diritti dell’Uomo in quanto ingiusta. L’appropriazione indebita di cui Navalny è colpevole secondo la corte di Kirov ammonta a 500mila rubli, pari a 8.500 dollari.