Commercio in rosso con la seconda ondata Covid: boom dell’e-commerce

12 Gennaio 2021, di Alessandra Caparello

A novembre, la seconda ondata di contagi da Coronavirus ha chiuso del tutto oltre 190mila negozi nelle regioni rosse, a cui si sono aggiunte altre 68 mila attività in Veneto, Friuli-Venezia Giulia ed Emilia-Romagna cui è stato imposto lo stop di domenica e almeno altri 50mila negozi nelle gallerie commerciali per cui il divieto di apertura, invece, è stato esteso a tutto il weekend. Così l’Ufficio economico Confesercenti commenta i dati sul commercio al dettaglio di novembre diffusi oggi da Istat.

Dati che, afferma il Codacons, attestano in modo inequivocabile lo strapotere dell’e-commerce e le profonde modifiche prodotte dal Covid alle abitudini di acquisto dei cittadini.

“A novembre, grazie anche alla spinta delle promozioni legate al Black Friday, si registra un vero e proprio boom per il commercio elettronico, le cui vendite crescono del +50,2% su base annua – spiega il presidente Carlo Rienzi – Un trend esploso negli ultimi mesi, anche a causa dell’emergenza sanitaria e delle misure adottate dal Governo che hanno modificato profondamente le abitudini di acquisto dei consumatori, spingendo una consistente fetta di cittadini a comprare sul web”.