Coinvolti in caso di corruzione parenti dell’ex segretario Onu Ban Ki Moon

11 Gennaio 2017, di Mariangela Tessa

La Corte federale di Manhattan ha accusato due parenti dell’ex segretario Generale delle Nazioni Unite Ban Ki-Moon di corruzione in merito alla trattativa di vendita per 800 milioni di dollari di un grattacielo ad Hanoi.

Si tratta di Joo Hyun Bahn, mediatore immobiliare, nipote di Ban e suo padre, Ban Ki-sang, fratello dell’ex capo dell’Onu, un dirigente della societa’ di costruzione della Corea del Sud Keangnam Enterprises Co Ltd .

“L’affare avrebbe garantito una commissione da vari milioni di dollari per gli affari del figlio a New York e un capitale molto gradito alla società edilizia del padre in Corea”, si legge nell’atto di accusa del District Attorney.

Ban Ki-moon ha lasciato il suo posto di segretario dell’Onu il 31 dicembre e si parla di lui come candidato alla presidenza della Corea del Sud.