14:17 mercoledì 10 Marzo 2021

Codacons: rischio stangata su bollette luce e gas da caro petrolio

A partire dal prossimo 1 aprile, con l’aggiornamento trimestrale delle bollette luce e gas di Arera, una nuova stangata rischia di abbattersi sulle bollette dell’energia, a causa sia del rialzo del petrolio, sia della riduzione dei consumi energetici registrata nel 2020. Lo denuncia il Codacons secondo cui:

“Le tariffe luce e gas rischiano di subire nelle prossime settimane un fortissimo rialzo – spiega il presidente Carlo Rienzi – La corsa del petrolio avrà effetti sui mercati all’ingrosso dell’energia, portando a un rincaro dei prezzi che, come noto, viene scaricato sui consumatori finali attraverso un incremento delle tariffe”. Ma c’è anche un altro aspetto che influirà sulle bollette delle famiglie – sottolinea il Codacons – Con l’ultimo aggiornamento tariffario Arera ha avvisato che, a causa della riduzione dei volumi nel 2020, saranno “inevitabili manovre di aggiustamento al rialzo” degli oneri di sistema: in sostanza a fronte dei minori consumi di energia causati dell’emergenza sanitaria, gli oneri che pesano sulle bollette saranno più pesanti.

“Ancora una volta i consumatori pagano il prezzo della crisi generata dal Covid, e si ritroveranno nei prossimi mesi bollette più pesanti per luce e gas – denuncia Rienzi – La varie imposte che gravano sulle bollette appesantiscono la spesa energetica delle famiglie, al punto che oggi gli italiani pagano il 34% di tasse su ogni bolletta della luce, e addirittura il 44,2% su quella del gas. Per tale motivo chiediamo al Premier Draghi di intervenire per tutelare le tasche delle famiglie già stremate dalla crisi prodotta dalla pandemia, tagliando per tutto il 2021 gli oneri di sistema sulle bollette, al cui interno si nascondono voci obsolete che nulla hanno a che fare con la spesa energetica delle famiglie”.

Breaking news

28/05 · 17:38
Seduta debole in Europa, Piazza Affari a -0,3%

Piazza Affari chiude in calo, in linea con l’Europa. Migliorano le aspettative di inflazione della zona euro, in attesa del report di venerdì

28/05 · 17:05
Wall Street, Nasdaq supera i 17.000 punti e Nvidia guadagna il 4,7%

Il Nasdaq Composite ha superato per la prima volta la soglia dei 17.000 punti, registrando un rialzo dello 0,4%, grazie alla performance di Nvidia che ha guadagnato il 4,7%. Nel frattempo, lo S&P 500 rimane stabile, mentre il Dow Jones perde lo 0,4% tra preoccupazioni per inflazione e tassi d’interesse.

28/05 · 16:56
Benetton Group, via libera del CdA al bilancio 2023: perdita netta di 230 milioni di euro

Il Consiglio di Amministrazione di Benetton Group ha approvato il bilancio 2023, che mostra una perdita netta di 230 milioni di euro. L’assemblea dei soci si riunirà il 18 giugno per approvare il bilancio e rinnovare il board. Edizione, principale azionista, sosterrà il piano di rilancio con 260 milioni di euro.

28/05 · 15:31
Unicredit, completata la seconda tranche del programma di Buy-Back 2023

UniCredit ha dichiarato di aver acquistato 6.182.344 azioni proprie dal 20 al 24 maggio 2024, nell’ambito della Seconda Tranche del Programma di Buy-Back 2023. Il totale delle azioni acquistate raggiunge 13.606.784, pari allo 0,81% del capitale sociale, per un controvalore di 492.236.430,71 euro. Sul listino milanese, il titolo UniCredit rimane invariato a 36,38 euro.

Leggi tutti