Cingolani: il 20% degli aumenti in bolletta dovuti al mercato della CO2

3 Ottobre 2021, di Alberto Battaglia

“Speriamo che dopo il primo trimestre del 2022 saranno aperte nuove pipeline e torneremo a prezzi più ragionevoli del gas. Ma rimaniamo sulla strada dell’uscita dal gas”: così il ministro della Transizione ecologica, Roberto Cingolani, alla conferenza stampa finale della Pre-Cop26 di Milano. Il ministro ha nuovamente sollecitato l’attenzione sul ruolo giocato dal mercato delle emissioni nell’aumento dei prezzi in bolletta, precisando però che la gran parte del rincaro è dovuto ad altri fattore:

“Le bollette aumentano all’80% per l’aumento del prezzo del gas e al 20% per quello del carbonio. Non si può dire che la transizione energetica aumenti il costo dell’energia. Vogliamo uscire dal gas e servono investimenti sulle rinnovabili”.