Cina: “Ue non interferisca negli affari di Hong Kong”

27 Aprile 2016, di Alberto Battaglia

Chiediamo che l’Unione Europea cessi d’interferire negli affari di Hong Kong”, così Hua Chunying, portavoce del ministero degli Esteri della Cina, in una conferenza stampa di martedì.

“Le questioni di Hong Kong sono puramente un affare interno della Cina. Nessuna forza esterna dovrebbe interferire. Chiediamo all’Unione Europea di tenere d’occhio le proprie parole e atti per fermare immediatamente l’interferenza negli affari di Hong Kong”, ha dichiarato Hua.

La presa di posizione di Pechino risponde a un report dell’Ue assai critico sulla situazione di Hong Kong. Il documento descriveva anche il caso di cinque librai scomparsi a fine 2015 (due di loro avevano anche la cittadinanza europea), e, successivamente indicava come il ritorno della sovranità cinese Hong Kong potrebbe minare il suo status di centro finanziario internazionale.
Dal ministero degli Esteri viene messo in risalto che il modello “un Paese, due sistemi” è stato efficacemente implementato con la garanzia dei diritti di libertà pienamente riconosciuti ai cittadini di Hong Kong.