Cina risponde ai dazi Trump: “non staremo a guardare”

5 Marzo 2018, di Mariangela Tessa

La Cina non vuole una guerra commerciale con gli Stati Uniti, ma non ignorerà le azioni che minacciano i suoi interessi. Cosī ha detto detto Zhang Yesui, portavoce del Congresso nazionale del popolo, a pochi giorni dall’annuncio del presidente Donald Trump sui dazi portati al 25% e al 10%, rispettivamente alle importazioni di acciaio e alluminio.

Secondo il portavoce, Cina e Usa hanno sistemi e culture diversi, ma:

“questo non vuol dire necessariamente che debba esserci un conflitto”, mettendo in guardia “da errori di calcolo e giudizio” che potrebbero avere pesanti conseguenze.