Cina risponde ai dazi: taglio alle riserve delle banche

25 Giugno 2018, di Alessandra Caparello

Oltre 100 miliardi di dollari è la cifra che la banca centrale cinese elargirà per aiutare la sua economia, temendo un rallentamento e un escalation della guerra commerciale.

La Banca centrale del paese ha annunciato un’iniezione di liquidità  fino a 700 miliardi di yuan ($ 107 miliardi) nel sistema finanziario, riducendo la quantità di depositi che la maggior parte delle banche commerciali sono tenuti a tenere.  Il taglio delle riserve che le banche del paese devono depositare presso la Banca centrale fino a 0,5 punti percentuali  incoraggerà le stesse a prestare ulteriore liquidità alle imprese e può generare una maggiore attività economica, dicono gli analisti. Il taglio dovrebbe entrare in vigore il 5 luglio, appena un giorno prima dell’avvio dei dazi di Trump.