Cina, per il 72% degli italiani sarà prima potenza entro 10 anni

28 Aprile 2021, di Alberto Battaglia

Gli italiani sono, fra i popoli europei, uno dei più convinti dell’ascesa geopolitica del Dragone. Secondo un sondaggio condotto fra 15mila cittadini comunitari (più il Regno Unito) dal think-tank Ecfr, il 72% degli italiani vede la Cina come prima potenza mondiale nel giro di un decennio. Solo gli spagnoli sono ancor più decisi nell’affermarlo (79%).

Allo stesso tempo il legame di vicinanza con gli Usa sembra essersi indebolito. Solo il 10% degli intervistati in tutta Europa si dice convinto che gli Stati Uniti interverrebbero militarmente al fianco del Vecchio Continente in caso di necessità e, di conseguenza, il 67% ritiene che il proprio Paese non dovrebbe dipendere dal supporto degli Usa in caso di crisi.

Due terzi degli europei ritengono che l’Europa dovrebbe essere autosufficiente per la difesa militare, piuttosto che dipendere dagli Usa; lo afferma anche il 74% dei britannici, benché ormai fuori dall’Ue.

Almeno la metà dell’elettorato nei paesi esaminati si esprime a favore della neutralità del proprio governo in caso di conflitto tra Stati Uniti e Cina, e in nessun paese esaminato la maggioranza dichiara di volersi schierare dalla parte di Washington contro la Russia.