Cina: aumentano timori debito dopo balzo crediti

15 Aprile 2016, di Daniele Chicca

Il balzo delle attività creditizie registrato il mese scorso ha alimentato le paure circa i livelli esorbitanti di debito in Cina. Le banche cinesi hanno concesso nuovi prestiti per un valore complessivo di 1.370 miliardi di yuan a marzo (pari a 187 miliardi e 652 milioni di euro). Si tratta di una cifra quasi doppia rispetto a quella di febbraio (726,6 miliardi di yuan), che conferma come la crescita dell’economia in Cina sia fortemente dipendente dal credito.

Pechino vuole assicurarsi a tutti i costi che l’economia seconda al mondo non faccia capitombolo ed effettui un “atterraggio morbido” dopo anni di crescita poderosa Tom Rafferty, economista per la regione asiatica presso l’Economist Intelligence Unit, è preoccupato circa i livelli del debito “troppo elevati”. L’agenzia di rating Moody’s, da parte sua, ha espresso timori circa il fatto che gli ingenti stimoli monetari della Cina rischiano di creare problemi a lungo termine.