Charlotte, un’altra persona in fin di vita: stato di emergenza

22 Settembre 2016, di Daniele Chicca

Dopo che un uomo della polizia ha ucciso a freddo un nero che era sceso dalla sua auto con le mani alzate, a Charlotte è scoppiato il caos. Ieri sera, mentre andava in scena la seconda notte di proteste contro l’omicidio di Keith Lamont Scott da parte delle forze dell’ordine, un cittadino dello Stato del North Carolina è stato colpito da un’arma da fuoco e ora si trova ricoverato in fin di vita. Una decina di agenti ha riportato contusioni e almeno sette manifestanti sono stati ricoverati.

Il governatore, oltre a dichiarare lo stato di emergenza, ha detto di essere pronto a mobilitare la guardia nazionale se la situazione di ordine pubblico non dovesse migliorare. L’afroamericano di 43 anni ucciso due giorni fa a Charlotte rappresenta la 788ma vittima degli agenti dall’inizio dell’anno.