Cassa Lombarda: “Draghi estrae un altro coniglio dal cilindro”

12 Settembre 2019, di Mariangela Tessa

“Nonostante le attese di interventi fossero notevoli, Draghi è riuscito anche oggi a sorprendere positivamente inventando una soluzione che accontenta i falchi senza deludere le colombe”. Così Marco Vailati, Responsabile Ricerca Investimenti di Cassa Lombarda, che scrive in una nota

“Il taglio di 10bp era scontato e, anzi, il mercato si attendeva anche qualcosa di più. Il rafforzamento delle forward guidance era atteso, anche se indeterminato nella forma. La tassazione a due livelli delle riserve era attesa. L’ammorbidimento del TLTRO era in parte atteso ma non in questo formato con duplice miglioramento. Il riavvio del QE era atteso con cifre stimate tra 0 e 45 miliardi al mese. L’invenzione di Draghi è stata quella di fissare un importo medio-basso rispetto alle attese (20 miliardi al mese) per accontentare i falchi, ma di introdurre il concetto di scadenza aperta per accontentare le colombe e mostrarsi al mercato pronto a fare “whatever it takes” per raggiungere lo scopo di alzare l’inflazione e sostenere l’economia”