Caso Consip, perquisita casa giornalista Marco Lillo

5 Luglio 2017, di Livia Liberatore

La casa del giornalista del Fatto Quotidiano Marco Lillo è stata oggetto di perquisizioni oggi. La Guardia di Finanza ha sequestrato computer e cellulari per cercare traccia della fuga di notizie riguardo il caso Consip. Nel suo libro “Di padre in figlio”, che tratta del caso Consip, Lillo avrebbe utilizzato informazioni coperte dal segreto, tra cui l’informativa sulla conversazione fra Matteo Renzi e il padre Tiziano. La perquisizione sarebbe stata disposta dalla Procura di Napoli a seguito della denuncia dell’imprenditore napoletano Alfredo Romeo.

Secondo il Fatto Quotidiano Lillo non sarebbe indagato. Per violazione del segreto d’ufficio sono indagati la giornalista Federica Sciarelli e il suo compagno e pubblico ministero John Woodcock.