Caso Boschi-Etruria: la “vendetta” dopo il no di Unicredit

17 Maggio 2017, di Alessandra Caparello

ROMA (WSI) – Nuova indiscrezione de Il Fatto Quotidiano sul caso Boschi-Etruria. Dopo che l’ex ad di Unicredit, Federico Ghizzoni rifiutò il suo aiuto per salvare la banca aretina, la vicenda sembra lasciò strascichi a Palazzo Chigi.

La banca di Ghizzoni aveva sempre chiesto al governo di adottare una norma sull’uso della Dta, le Deferred tax asset che permette che svalutazioni e perdite delle banche si trasformino automaticamente in crediti d’imposta. La richiesta cadde nel vuoto almeno fino a quando, un anno e mezzo più tardi, ad Unicredit si insediò un nuovo management bancario e un nuovo governo a Palazzo Chigi.