Casinò: chiesto fallimento per Campione d’Italia

15 Gennaio 2018, di Alessandra Caparello

ROMA (WSI) – Giochi finiti per il casinò di Campione d’Italia. La Procura della Repubblica di Como ha chiesto il fallimento per insolvenza di una delle quattro case da gioco italiane con sede nell’enclave tricolore in territorio svizzero.

A causare il fallimento il mancato versamento di un contributo al comune di 700mila euro da pagare ogni 10 giorni e altri 30 milioni di franchi di debiti contratti con le banche.