Capital One, hackerate oltre 100 milioni di carte du credito

30 Luglio 2019, di Mariangela Tessa

Capital One, società statunitense che emette carte di credito, ha annunciato l’hackeraggio di circa 100 milioni di carte di credito negli Usa e 6 milioni in Canada.

Il pirata informatico non ha avuto accesso ai numeri di carta di credito ma sono stati compromessi 140.000 ‘social security’ (simile al nostro codice fiscale) e 80.000 conti correnti collegati alle carte.  Violati nomi, indirizzi, numeri di telefono e ‘social security’ .

In relazione all’hackeraggio, il dipartimento di Giustizia Usa ha reso noto che l’Fbi ha arrestato Paige Thompson, 33 anni, di Seattle, per frode informatica. Stimato un danno compreso tra 100 milioni e 150 milioni di dollari nel 2019.