Brexit, “nessuna trattativa fino a che Londra non accetta il pagamento”

17 Marzo 2017, di Alberto Battaglia

Alcuni funzionari Ue hanno rivelato che nessun negoziato fra Europa e Regno Unito avrà luogo prima da Londra arrivi un segnale chiaro sugli impegni finanziari dovuti all’Unione: il conto da pagare sarebbe intorno ai 60 miliardi di euro. Il ministro degli Esteri britannico Boris Johnson ha detto, però, di ritenerlo “irragionevole”.
Secondo le fonti citate da Bloomberg, per trovare terreno comune sul patto di uscita Ue e Regno Unito potrebbero essere richiesti ancora molti mesi, sino ad arrivare all’inizio dell’anno prossimo.
In precedenza la premier britannica Theresa May aveva comunicato che l’articolo 50 per l’avvio ufficiale dei negoziati per il recesso del Paese dall’Ue sarà innescato entro la fine di marzo. Il rischio, se Londra non cede al pagamento della “sanzione d’uscita” dovuta all’Ue, è che la Brexit avvenga senza alcun accordo.