Brexit, May renderà noti i piani di Londra a giorni. Schizza volatilità sterlina

13 Gennaio 2017, di Daniele Chicca

Le notizie circa l’intervento sulla Brexit che la settimana prossima terrà il primo ministro Theresa May hanno innervosito i mercati valutari. Se da un lato il dollaro ritraccia è il balzo della volatilità a una settimana della sterlina a stupire per la sua intensità. L’indice della volatilità della divisa britannica è infatti balzato ai massimi da novembre.

Il 17 gennaio l’inquilina di orientamento conservatore di Downing Street, soprannominata Theresa Maybe da L’Economist per la sua strategia incerta sulla Brexit, renderà finalmente noti quali saranno i piani di Londra nei prossimi due anni di trattative con l’Ue. La volatilità misurata nell’arco di una settimana è salita in area 14,275. Come si vede nella tabella sotto della CNBC, sul Forex la sterlina si sta muovendo in maniera disordinata nei confronti delle tre valute rivali principali, dollaro, euro e yen. Guadagna sulle valute americana e giapponese, mentre è poco variata rispetto alla moneta unica.